Specialist vs Generalist: gli orizzonti del Web Marketing

Specialist vs Generalist: gli orizzonti del Web Marketing

Ha ancora senso oggi parlare di specializzazione estrema dei singoli ruoli nel mondo del Web Marketing? Con l'esclusione dei SEO Specialist, che vedo, paradossalmente, molto più vicini ad un developer che ad un marketer per il ruolo prevalentemente "tecnico" che ricoprono, credo che la parcellizzazione dei ruoli tra Digital Strategist, Social Media Manager, Social Media Editor, Web Content Editor, Persuasive CopyWriter e qualunque altro Job Title possa venirvi in mente o possiate trovare qui, nel generatore di Job Title assurdi per il web, finisca per essere più un limite che un reale beneficio, sia per lo stesso professionista sia per l'azienda.

Per il singolo, se lavori benissimo solo nella tua "mattonella", la mancanza di un certo eclettismo e di un approccio "cross" ai vari aspetti dello stesso argomento di cui ti occupi rischia di diventare penalizzante nel lungo periodo, soprattutto in un'ottica di cambiamento lavorativo. Se non trovi una realtà dimensionalmente e strutturalmente pronta ad accogliere le tue competenze così specifiche in una filiera produttiva analoga alla realtà a cui sei abituato, farai naturalmente fatica a inserirti in aziende o agenzie che non dispongano di un comparto web marketing imponente.

A livello aziendale, un account che non abbia una più che discreta conoscenza dei diversi settori operativi con cui collabora e che non sia quindi in grado di avere una visione d'insieme del progetto o del brand che segue, sarà sempre in qualche modo "monco" e non sarà funzionale né agli obiettivi economici definiti dal dipartimento commerciale né agli obiettivi temporali fissati dai project manager, finendo per inficiare la qualità complessiva del lavoro. E' davvero poco costruttivo, secondo me, che la mano destra ignori cosa fa la sinistra!

La mia sensazione è che la direzione che stia prendendo il mondo del Web Marketing sia infatti quella di privilegiare la ricerca una figura più "ampia", meno ristretta alle sue specifiche competenze, che riesca a svolgere una parte attiva in ogni segmento del suo settore e che sia informata sull'andamento generale del progetto singolo e di quello "quadro" in cui quest'ultimo si inserisce.

Un professionista che, pur avendo nelle proprie corde una competenza più forte su uno dei diversi ambiti di influenza, sia curioso di acquisire nuove skills arricchendo così il suo bagaglio professionale.

Nicola Romita
CEO and Managing Director