Cosa devono aspettarsi gli e-commerce farmaceutici a Dicembre

Cosa devono aspettarsi gli e-commerce farmaceutici a Dicembre

Dicembre è un buon mese per gli e-commerce farmaceutici?

Dicembre è generalmente considerato un mese molto caldo per il commercio. Gli e-commerce si preparano per un boom degli ordini e molti mettono a disposizione l’opzione “confezione regalo” per permettere agli utenti di ricevere a casa i prodotti già pronti da mettere sotto l’albero. Gli stessi spedizionieri mettono in guardia i loro clienti avvisandoli della possibilità di ritardi nelle consegne dovuti al numero di spedizioni anomalo che li riguarderà. Ormai tutti sappiamo che se vogliamo ricevere un prodotto comprato online entro Natale è meglio fare l’ordine ben prima del 20 Dicembre.

Questo trend sembra attraversare tutti i settori, tuttavia vale la pena domandarsi se il settore farmaceutico non rappresenti un’eccezione in questo panorama, vista la sua spiccata particolarità.

Dicembre: Maglia nera delle vendite farmaceutiche online.

Se per voi è strano comprare un regalo di Natale per un amico o un familiare in farmacia vi diamo una buona notizia: siete in buona compagnia. I dati che abbiamo raccolto dagli e-commerce farmaceutici che gestiamo e su una base di oltre 30 milioni di euro di ordini registrati in un anno ci dicono infatti che Dicembre è in assoluto il peggiore mese per questo settore.

Abbiamo infatti calcolato che durante l’ultimo mese dell’anno il fatturato è più basso di quasi il 30% rispetto alla media annuale, trend che viene anticipato da Novembre, in cui il calo è “solo” del 18% (piazzandosi al secondo posto nella classifica dei peggiori mesi dell’anno).

Probabilmente starete pensando che non vi fidate di questi dati, che conoscete una persona che a Natale regala solo cofanetti di bellezza, oppure che una volta è entrata in farmacia una signora che ha speso cinquecento euro in trattamenti di dermocosmesi da regalare. Nessuno mette in dubbio questi episodi, ma se fossi in voi ci penserei bene prima di basare una strategia su dei casi isolati.

Qualche dato anche sul Black Friday

Visto che oggi è il Black Friday vale la pena estrapolare anche qualche dato a riguardo. L’aumento degli ordini in questo giorno rispetto alla media dell’anno è del 23% nel settore farmaceutico. Interessante vero? Non troppo. Infatti se da una parte registriamo un aumento degli ordini così marcato, dall’altra l’aumento del fatturato è solo del 6%. La ragione è legata allo scontrino medio che cala drasticamente ad un -14%. Se si considera che spesso le spedizioni in questo giorno vengono offerte gratuitamente a scopi promozionali e che ogni prodotto venduto è già soggetto a forte sconto, è plausibile che il guadagno netto sia addirittura inferiore alla media annuale.

Allora ha senso partecipare al Black Friday per gli e-commerce farmaceutici? Si, ma solo se le promozioni proposte si incastrano in una strategia chiara di acquisizione di nuovi clienti. Se fate sconti solo per non sentirvi esclusi dal circo dei coupon e delle promozioni che si scatena in questo giorno avete fatto male i vostri conti. Puntate su persone che ancora non vi conoscono e fategli un’offerta che non potranno rifiutare. Una volta che avranno acquistato potrete fidelizzarli col vostro servizio e con una serie di offerte tramite newsletter.

 

a cura di Antonino Russo